La Professione

La perizia grafica o perizia grafologica è una disamina scientifica comparativa, atta ad individuare con l’ausilio di strumenti sofisticati, e attraverso lo studio grafonomico e grafometrico dei segni, l’autenticità ovvero il contrario, di una firma, un documento, una scrittura.

Arturo Zappa specialista in perizie grafiche (erroneamente chiamate calligrafiche), grafologia e in analisi grammatomorfiche, è in grado di riscontrare, attraverso uno studio mirato, l’autenticità di un documento, di dimostrarne e attribuirne la paternità contestata o disconosciuta, verificare l’intento di simulare o dissimulare una grafia, appurare eventuali abrasioni prodotte su un documento, accertare la sostituzione o interpolazione di numeri, lettere, parole o frasi nel testo di una prova scritta, pubblica o privata, oltre alla possibilità di eseguire perizie ed expertise su firme e scritte apposte su opere d’arte.

26 nov 2013

Strumenti

Stereo Microscopio Stereo Microscopio

Stereomicroscopio a 1.3 megapixel (90 ingrandimenti)

Macchina fotografica digitale Macchina fotografica digitale

Macchina fotografica digitale Nikon CoolPix 4500

26 nov 2013

Comparazioni

Il peso e la validità giuridica di una perizia, possono dipendere essenzialmente, anche se non sempre (bisogna infatti saper distinguere da caso a caso), da questi due fattori fondamentali :

1) Avere a disposizione l’originale del documento contestato, oppure in subordine se ciò non fosse possibile, una fotocopia ben eseguita (ad insindacabile giudizio del tecnico grafologo) del medesimo.
In caso fosse in discussione oltre alla firma, anche la veridicità del documento tutto, e cioè, se vi fosse il sospetto che la grafia, possa essere stata apposta artatamente sul foglio a mezzo tecniche di copiatura, o a mezzo, strumenti meccanici di riproduzione, allora, occorrerebbe senz’altro acquisire l’originale di detto documento. (a meno che, non vi sia diverso e condiviso accordo tra le parti in questo senso e specificato nel verbale di udienza, e/o nel verbale delle O.O.P.P. )

2) “Sarebbe bene”, anche se non è ne obbligatorio ne strettamente necessario, poter disporre di almeno tre comparative coeve in senso temporale ( non oltre i 5 anni di differenza ), con il documento contestato, e possibilmente, eseguite in epoche precedenti al medesimo, e sulle quali inoltre, non vi siano dubbi sulla loro autenticità. A questo fine, “sarebbe bene” ne esistessero copie presso qualche ufficio pubblico o istituzionale (Comune, Banche, Notai, Poste etc….) o comunque, in qualche ditta, ufficio, o studio anche privato, purché terzo rispetto alle parti in causa.

Tali indicazioni che non implicano obblighi di sorta, (e infatti non a caso, utilizzo sempre la frase “sarebbe bene”), non sono state espresse allo scopo di poter rendere più agevole il compito del consulente, ma bensì, al fine di poter presentare una relazione tecnica corretta e che non sia impugnabile come non conforme, o quando alle regole deontologiche, o quando, ai dettami dei codici ( art. 217 c.p.c.) e ( art. 239 c.p.p.)

26 nov 2013

Metodo

L’ANALISI LONGITUDINALE CON IL METODO GRAMMATOMORFICO,
GRAFOMETRICO E GRAFONOMICO

Tale metodica permette di spiegare le variazioni grafiche intercorse tra le grafie in esame, di verificarne la naturalezza-spontaneità-coerenza, di constatarne le differenze intervenute e di fare un confronto dinamico per poter arrivare così, a formulare un fondato giudizio.
Nell’analisi delle componenti strutturali della grafia si delineano comunemente tre zone:

— 1) una zona grafica centrale, che si estende sulla orizzontalità del rigo
— 2) una zona superiore, che comprende gli allunghi al di sopra della fascia grafica centrale
— 3) una zona inferiore, che comprende gli allunghi al di sotto della fascia grafica centrale.
Questa tripartizione evidenzia quei caratteri prevalentemente formali della scrittura intesa come un prodotto statico.

A tutto ciò secondo Klages, va aggiunta l’analisi della componente dinamica che si estrinseca nell’esame dell’ampiezza, della velocità e della profondità. Klages infatti definisce la scrittura
“Il precipitato tridimensionale della movimentalità dello strumento maneggiato dal soggetto scrivente”.

26 nov 2013

Informazioni

PERITO GRAFICO – GRAFOLOGO – PERITO CALLIGRAFO – CONSULENTE TECNICO DEL TRIBUNALE IN INDAGINI GRAFICHE E COMPARAZIONI DI FIRME E SCRITTURE


Dott. Arturo Zappa

grafologo giudiziario – grafoanalista

  • Laurea in scienze e tecniche psicologiche
  • Diploma in grafologia generale
  • Specializzazione in grafologia giudiziaria


Iscritto:

:: Tribunale Civile e Penale di La Spezia

:: Albo dei Periti e degli Esperti della C.C.I.A.A. di La Spezia

:: ReGindE presso il Ministero di Giustizia (Firma digitale e P.E.C.)

 

Membro:

:: A.G.P. (Associazione Grafologi Professionisti) 

:: CO.N.PE.G. (Collegio Nazionale Periti Grafici) 

:: A.G.I. (Associazione Grafologica Italiana) 

26 nov 2013

Tecniche Applicate

Tecniche Applicare – Clicca Qui file_extension_pdf

26 nov 2013